Martina Giuffrè

RFoto Martinaicercatrice e docente di Antropologia Culturale presso l’Università di Parma, Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali. Ha insegnato Antropologia Culturale presso diverse università italiane: l’Università di Sassari,  L’Università Orientale di Napoli, L’Università La Sapienza di Roma e l’Università degli Studi di Firenze, dove ha svolto la sua attività di ricerca come borsista occupandosi di fonti orali e tematiche migratorie. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Etnoantropologiche presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con uno studio sulle donne di Capo Verde, dove ha vissuto per tre anni. Ha condotto numerose ricerche sul campo oltre che a Capo Verde, in Australia, nelle isole Eolie, in Toscana, in Belgio, Spagna e Romania. Si occupa da anni di temi legati alle questioni migratorie (emigrazione italiana all’estero e immigrazione straniera in Italia), di identità di genere e dei movimenti migratori femminili e più recentemente ha cominciato a occuparsi di tematiche legate ai mondi rom. Ha organizzato e coordinato diverse iniziative culturali (convegni, ricerche sul campo, gemellaggi e altro), partecipato come relatore a diversi convegni nazionali e internazionali e coordinato diversi progetti europei e internazionali.  Dal 2010 è direttore della collana “Migrazioni” della casa editrice CISU (Centro di informazione e Stampa Universitaria). E’ membro del comitato scientifico per la serie “Working Paper Series” (European Science Foundation) Network of Transnational Lives, Mobility and Gender ICS (Istituto di Scienze Sociali, università di Lisbona) e membro editoriale della rivista antropologica LARES pubblicata da Olschki. Ha pubblicato diversi saggi e libri. Tra le pubblicazioni più recenti: Uguali, diversi, normali. Castelvecchi. 2014; Vite (il)legali. Immigrati africani in Italia e in Portogallo, Seid, Firenze, 2013;  L’Arcipelago Migrante. Eoliani d’Australia, CISU, Roma, 2010; Oltre il testo, oltre l’intervista. Sguardi etnografici, in “Vive voci. L’intervista come fonte di documentazione”, a cura di Massimo Pistacchi, Donzelli, Roma, 2010; Mondi in cammino: migrazioni transnazionali, cittadinanza e intercultura in Italia, numero monografico di LARES, n.3, 2009; Donne di Capo Verde. Esperienze di Antropologia dialogica a Ponta do Sol, CISU, Roma, 2007; Quando l’osservato osserva l’osservatore. Un esperimento durante una ricerca sul campo a Capo Verde, in Satta G., Gallini C. (a cura di) “Incontri Etnografici”, Meltemi, Roma, 2007; Mulheres que ficam e mulheres que migram: dinâmicas duma relação complexa na ilha de Santo Antão (Cabo Verde), in M. Grassi, I.Evora (a cura di),“Género e Migração”, ICS, Lisbona, 2007.